Satana e il Leone

Satana e il Leone

Il 13 ottobre 1884, Papa Leone XIII (1810-1903) dopo aver finito di dire Messa si voltò per scendere le scale e crollò, cadendo in uno stato che appariva come un coma o addirittura la morte.
I sacerdoti e anche cardinali si precipitarono al suo fianco, temendo il peggio. Il Papa si rialzò ed era visibilmente scosso. Appariva traumatizzato e si tornò a precipizio al suo appartamento dove immediatamente scrisse una preghiera di esorcismo Leonino: la preghiera a San Michele Arcangelo «proteggerci in battaglia». Affidò poi questa preghiera da dire dopo ogni Messa da quel giorno in avanti. Papa Leone presumibilmente cadde in quello che è conosciuto come un’estasi mistica. Dopo essersi ripreso rivelò che di aver sentito uno scontro tra Satana e Gesù proveniente da davanti al Tabernacolo.

Riferì di aver sentito una voce burbera profonda che il Papa identificò come Satana, che si vantava di poter distruggere la Santa Chiesa cattolica e di mettere tutta la Chiesa sotto il suo dominio, se solo lui avesse avuto «più tempo e più potere». Udì una voce dolce, maschile, dire, «quanto tempo… quanta energia?» La voce profonda rispose «cento anni e potere rispetto a quelli che si darebbe in servizio a me.» Udì Gesù dire, «Così sia». Il Papa riferì di avere poi visto una visione terrificante di demoni malvagi rilasciati dall’inferno. Ha anche detto che all’ultimo minuto, vide San Michele accorrere per ricacciarli all’inferno. Papa Leone XII tornò direttamente nella sua stanza e scrisse l’esorcismo Leonino. Il Papa temeva che Satana avrebbe tentato di distruggere la Chiesa, il deposito della fede e i dogmi della Chiesa. Per cercare di proteggere la Chiesa e tutte le famiglie, scrisse una preghiera per una potente intercessione del grande San Michele Arcangelo.

Tra il 1882 e il 1902 Papa Leone scrisse anche 12 encicliche sul Rosario. Diceva: «Ecco la risposta… Ecco l’arma contro Satana... la potenza del Rosario… mettiti nelle mani della madre di Dio». Nel 1934, tuttavia, la preghiera d’intercessione di Papa Leone è stata cambiata senza spiegazione. È stato sostituita da una preghiera a San Michele (protettore dei Pontefici), che è ancora potente, ma non forte come l’originale. La nuova preghiera recita: «Gloriosissimo Principe delle celesti milizie, Arcangelo San Michele, difendici nelle battaglie contro tutte le potenze delle tenebre e la loro spirituale malizia.

Vieni in aiuto degli uomini creati da Dio a sua immagine e somiglianza e riscattati a gran prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei venerato dalla Chiesa quale suo Custode e Patrono, e a te il Signore ha affidato le anime che un giorno occuperanno le sedi celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace a tenere schiacciato Satana sotto i nostri piedi, affinché non possa continuare a tenere schiavi gli uomini e danneggiare la Chiesa. Presenta all’Altissimo con le tue le nostre preghiere, perché discendano tosto su di noi le Sue divine misericordie, e tu possa incatenare il dragone, il serpente antico, Satana, e incatenato ricacciarlo negli abissi, donde non possa più sedurre le anime. Amen». Diversi sacerdoti esorcisti pensano che l’Esorcismo di Leone XIII possa essere liberamente recitato anche dai fedeli laici in forma di preghiera personale per sé stessi. È essenziale essere in grazia di Dio, cioè di non trovarsi in uno stato di peccato mortale.

Questa è una preghiera molto santa, ma non quella originale a San Michele che Papa Leone compose e ordinò di essere recitata in ogni Messa. Si ritiene che le autorità ecclesiastiche l’abbiano sostituita per tenere la gente all’oscuro degli incredibili contenuti ed eventi contenuti della preghiera originale. Più tardi, la Chiesa ritirò anche il mandato a dire anche questa preghiera modificata dopo ogni Messa. Molti cattolici credono che Satana abbia preso di mira uno smantellamento sistematico della Chiesa cattolica tradizionale, tra cui la fede, i dogmi e i sacramenti. I problemi della Chiesa tra cui gli scandali, la perdita di vocazioni e della fede è il risultato del suo aumento di potenza in questo periodo storico. Il XX secolo è stato dato a Satana come un tempo di prova per l’umanità, che è stata la più peccatrice di tutta la storia con tutte le guerre e le atrocità. Satana si sta comportando in modo più aggressivo nel causare l’immoralità, nonostante il suo potere inizi a calare. Papa Leone XIII ebbe un’esperienza mistica. Quell’esperienza, l’originale preghiera a San Michele e la soppressione di quella preghiera rimane uno degli eventi più interessanti e controversi relativi alla situazione attuale, in cui si trova la Chiesa cattolica.

Mystic Editor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.